Relazione settimana

Carissimi amici,

volevo lasciare un breve resoconto della serata di venerdì 10 settembre 2021 che si è svolta nella Sala Polivalente Cicognani presso l’Asilo Cicognani di Brisighella.

Mio padre Paolo Malpezzi, nel 2018 aveva iniziato il progetto per la stesura di un libro “guida”, legato a percorsi, luoghi e personaggi del Borgo di Brisighella, libro che in perfetto spirito Rotariano aveva lo scopo di essere utilizzato nelle scuole per la formazione e la conoscenza del territorio, nonché per la raccolta di informazioni storiche da condividere con chi volesse percorrere le strade del Borgo.

Dal volume Brisighella … O cara

Il Progetto

Come presidente dal 2016 al 2018 del Comitato Scientifico dell’Associazione Memoria Storica di Brisighella ” I Naldi-Gli Spada ” ho seguito con attenzione il progetto didattico di Francesca Galassini “Bambino apprendista Cicerone”, realizzato per supportare gli insegnanti delle classi IVa e Va elementari nella sensibilizzazione delle giovani generazioni al valore dei beni culturali e delle origini storicoculturali del territorio in cui vivono. Nel corso degli ultimi quattro anni scolastici gli alunni hanno percorso le vie del paese alla scoperta dei suoi monumenti e dei luoghi in cui sono nati e vissuti i suoi figli più illustri e ne hanno approfondito la conoscenza tramite i testi che sono stati loro proposti e le loro ulteriori ricerche e approfondimenti. Nell’ambito del “La Domenica nel Borgo” organizzata a Brisighella, in collaborazione con l’Ass.ne i Borghi più Belli d’Italia, l’Ass.ne la Memoria Storica di Brisighella ” I Naldi-Gli Spada ” e i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Brisighella, gli alunni in maglietta e capellino bianchi, sono stati “Ciceroni per un giorno” per i turisti esponendo le conoscenze acquisite.

Questa attività dell’Associazione ha rappresentato una importante iniziativa di coinvolgimento della comunità, che negli anni passati non è stata adeguatamente perseguita. Si è privilegiata la cultura riservata agli eletti (vedi “Il nome della rosa”) a una conoscenza e a una cultura partecipata (vedi “la biblioteca pubblica”) da condividere con le istituzioni e le associazioni del territorio e con la cittadinanza, con una particolare attenzione per i giovani e le scuole.

I quattro simposi di musica e cultura organizzati alla Cava Marana nel 2018, tramite un accordo con la Regione Emilia Romagna, sono un esempio di questa “politica di condivisione”: hanno fatto conoscere l’Associazione ad almeno 700 persone, nonostante il tempo inclemente che ha limitato in due serate il numero delle presenze. Il progetto “Bambino apprendista Cicerone” ha riscosso grande successo per la partecipazione entusiastica degli alunni e per la convinta adesione degli insegnanti e dei genitori e mi ha indotto a progettare la realizzazione di una guida turistico-storica di Brisighella.

Ho individuato tre percorsi ricomprendenti le vie principali di Brisighella e ho intrapreso la stesura di brevi testi descrittivi di monumenti e personaggi significativi prevalentemente attingendo sia dai testi del progetto scolastico, redatti da Francesca Galassini, che dai volumi editi dalla Memoria Storica. Queste pubblicazioni costituiscono significative testimonianze della storia del borgo, ma non sono state adeguatamente pubblicizzate e accompagnate da efficaci strategie di divulgazione. Per completare i contenuti ho fatto diverse ricerche bibliografiche e ho consultato alcuni siti internet. Il progetto editoriale prevede un primo capitolo strutturato come guida turistica: tre percorsi in ognuno dei quali si dà una sintetica descrizione di palazzi, monumenti, personaggi; segue un secondo capitolo che approfondisce la descrizione di luoghi e personaggi di rilievo per la storia di Brisighella: palazzi, chiese, monumenti, prelati, artisti, imprenditori e professionisti.

La pubblicazione, che si limita nei contenuti a un approfondimento di primo livello, ha lo scopo di invogliare i lettori ad ulteriori ricerche sui personaggi e i luoghi descritti e a ricercare altre personalità ed eventi di rilievo per la storia del borgo, anche riferiti a tempi più recenti.

In tal senso essa si rivolge prima di tutto agli alunni delle scuole del Comune e ai loro insegnati per i quali può costituire uno strumento didattico nello studio della storia locale. Può inoltre costituire una utile guida per i turisti e quindi un piccolo strumento di pubblicizzazione del borgo utile per gli operatori commerciali e turistici pubblici e privati.

Non va infine trascurata la cittadinanza tutta e in particolare i giovani che, molto spesso trascurati, sono coloro a cui più sarebbe importante far conoscere la storia del proprio paese per acquisire un minimo di coscienza storica che tante volte meglio fa comprendere ciò che oggi accade. Certamente questo strumento è più efficace e storicamente valido di quanto detto nelle trasmissioni televisive di opinione e scritto nei giornali, che certo non sono loro di grande aiuto per comprendere la verità sul passato e vivere il presente in continuità di tradizioni e di sani principi.

Un ringraziamento particolare a Francesca Galassini che mi ha fornito spunti e contenuti indispensabili alla stesura del volume. Un ringraziamento anche a Pier Giuseppe Montevecchi, brisighellese e caro amico, che mi ha concesso di illustrare il libro con le sue fotografie, che sono volutamente in bianco e nero in stretta correlazione con luoghi e personaggi di un passato in cui non esisteva la fotografia a colori. L’apprezzamento al Comune di Brisighella che ha concesso il suo patrocinio assicurando la sua collaborazione nella divulgazione dell’opera …..

La serata ha visto come ospiti e relatori il Prof. Franco Laghi Pasini, rotariano ed amico d’infanzia di mio padre, che ha percorso le pagine del libro e riportato alcuni aneddoti legati alla loro amicizia, un intervento carico di emotività e di grandissimo spessore, Egisto Pelliconi che ha collaborato con mio padre all’interno dell’Associazione Memoria Storica di Brisighella e che ha mostrato una vecchia guida turistica che il Comune aveva pubblicato quasi 50 anni prima e che rimaneva l’unico documento assimilabile alla raccolta di informazioni e dati storici inclusi nel libro, Giuseppe Berardo, il cui intervento è transitato dall’amicizia che lo ha sempre legato a mio padre e la loro esperienza rotariana nel dare vita al nostro club, in ultimo Gessica Spada, Assessore alla Cultura e Scuola del Comune di Brisighella che ha ribadito la volontà del Comune di utilizzare il volume per la formazione scolastica e divulgazione turistica del territorio.

La serata ha visto come accompagnatrice degli interventi, nonché solista, Maria Laura Berardo, che abbiamo già conosciuto e ascoltato durante alcune nostre Conviviali, pianista di livello assoluto; i suoi brani come sottofondo durante la lettura di alcune pagine del libro e da solita ha aperto e chiuso la serata regalando ai presenti momenti davvero emozionanti.

E’ stata una serata indimenticabile, che ha, per me, avuto risvolti emotivi importanti, sono stato felice di poter concludere l’opera di mio Padre, dandole il giusto rilievo e la giusta platea, la sua opera è e rimarrà con me e con gli amici, con il Paese e con chi vorrà passeggiare per le vie del Borgo, il progetto per le Scuole spero potrà dare alle nuove generazioni un apporto per la conoscenza di storia e vita di Brisighella.

A conclusione di questa mio breve riassunto lascio un mio personale ringraziamento a tutti i partecipanti, a Giuseppe e Maria Laura, per il supporto, e al Comune per il Patrocinio alla Serata.

Enrico Malpezzi