Relazione settimana

RELAZIONE

Relazione Statutaria di Andrea Tolomelli

Carissimi Amici,

è sempre molto difficile parlare di se stessi, soprattutto per quelli come me cresciuti in una famiglia nella quale tutte le volte che uno parla di se gli si è sempre ricordato – ad avvertimento –  il noto modo di dire: “chi si loda si imbroda”. 

Dunque, personalmente non ho mai amato gli sport e di conseguenza tutti gli hobby connessi (partite, tifoserie etc.. ) i viaggi non è che mi entusiasmino (anzi mi piace molto poco spostarmi) però apprezzo il buon cibo (soprattutto se cucinato da altri) e la conversazione conviviale. Viaggio principalmente in occasione di convegni e seminari lavorativi.

In famiglia mi hanno insegnato che – soprattutto per un uomo – il lavoro prima di tutto, pertanto mi sono dedicato prima allo studio (diploma da Ragioniere, laurea in giurisprudenza) poi al lavoro prima nel campo forense poi nell’ambito della gestione degli immobili in condominio e delle Associazioni professionali di categoria.

Fin da giovanissimo ho partecipato attivamente per la formazione di corsi professionali per Amministratori di condominio dapprima come mero aiutante, poi come relatore ed organizzatore. Nonostante non sia poi così vecchio anagraficamente (sono del 1973) faccio fatica a ricordare il numero dei corsi e relazioni alle quali ho partecipato come pure il numero dei corsisti che ho formato e avviato alla professione di Amministratore di Condominio (posso già vantare la partecipazione ai corsi di figli dei miei primi corsisti).

Quotidianamente, dal lunedì al sabato, mi documento e studio le casistiche giurisprudenziali della materia condominiale, partecipo a convegni, simposi e discussioni, gestisco la società di amministrazione immobiliare da me fondata – partendo dalla mia attività individuale di Amministratore di Condominio– e mi adopero nel portare avanti l’associazione professionale che presiedo (ALAC) e quella nella quale da alcuni anni rivesto incarichi (CONFCOMMERCIO).

In associazione e  nella vita mi piace fare le cose che servono, non amo parlare tanto per farlo o su cose che non conosco (preferisco nel caso ascoltare ed imparare). Ho la soddisfazione di aver fatto qualcosa di tangibile per i giovani: ho una media di tre dipendenti (tutti presi da ragazzi ed ora fatti uomini) e ho visto crescere professionalmente tanti giovani corsisti ora Amministratori professionisti.

Ho il rimpianto di non aver visto nascere la riforma professionale che avrei voluto, e per la quale ho combattuto, pur con la convinzione che con il tempo la si potrà migliorare, del resto ho iniziato a lavorare quando ancora non si poteva parlare di professione con riferimento all’Amministratore di Condominio. Mi consolo pensando che già con la riforma del 2012 si è fatto un grande passo in avanti ottenendo di fatto il riconoscimento professionale da anni ambito.

Sono abbastanza tenace su ciò che credo giusto, mi piace vincere ma non mi tiro indietro per tutte quelle campagne in cui credo anche se non porteranno ad una vittoria.  A tal proposito mi permetto di citare un grande sindaco di Bologna, di recente scomparso, Giorgio Guazzaloca: “Non sono le vittorie che contano nella vita, ma le cause per cui ci si batte”.

Amo profondamente la mia città ed il sabato pomeriggio non rinuncio alla passeggiata sotto il Pavaglione (il c.d. “struscio”) con gli Amici.

La domenica – non voglio parlare assolutamente di Condominio e di lavoro, neanche per mera discussione da bar – e mi dedico alla ricerca di oggetti curiosi di antiquariato, libri antichi di diritto e stampe con cui ho tappezzato studio, casa in città, casa di campagna … (un po’ stile Vittoriale D’Annunziano).

Mi piace molto leggere anche se difficilmente finisco un libro !     

Come tutti i “single” di una certa età ho le mie piccole manie, non lo nascondo! Non rispondo al telefono prima delle 10,00 del mattino, non richiamo mai se uno mi chiama per due volte consecutive nel giro di dieci minuti e non amo essere disturbato quando leggo il giornale!

Oggi è domenica, dunque, inevitabilmente ho scelto di parlarvi di me però, se lo vorrete, potrei intrattenervi una serata su di una tematica condominiale.

Con simpatia,

Andrea Tolomelli