Relazione settimana


RELAZIONE

Cari soci 

con molta emozione ho suonato la mia prima campana e anche se conosco il Rotary da molti anni e l’ho vissuto fin da bambina, essere alla direzione di una annata di club mi produce una intensa emozione. Il nostro è un club nuovo, giovane, di recente costituzione che sta imparando a navigare nel grande mondo del Rotary internazionale. Per fare questo dopo avere superato le prime difficoltà e i primi passi che nel neonato sono sempre difficili, stiamo velocemente  assumendo stabilità, capacità di camminare più speditamente e soprattutto  stiamo facendo gruppo.

Ho sempre ritenuto il Rotary, come diceva Paul Harris, un gruppo di amicizia che ha come obiettivi e come scopo offrire questa amicizia per fare tutto il bene possibile ognuno nell’ambito delle proprie disponibilità. Quindi amicizia per servire. Sono convinta che nulla di quello che noi abbiamo debba restare per noi, tutto deve essere condiviso e nel fare questo la fatica si dimezza e risultati si raddoppiano.

Il nostro è un club in cui i valori fondamentali del Rotary sono valori che guidano le priorità e le azioni dei soci: servizio – amicizia – diversità – integrità – leadership

Il nostro  è un eClub e anche se oggi le distinzioni sono state cancellate dal Board of Directors, restano le nostre peculiarità che sono quelle di incontrarsi in diverse modalità, c’è il momento conviviale come oggi, molto importante per rinforzare l’amicizia, per poter incontrare amici che vengono da altri club, per maturare idee. Poi ci sono le riunioni in Web Conference che è la nostra seconda modalità di riunione principale.

In Web Conference abbiamo già creato contatti con amici che provengono anche da molto lontano, in particolare vorrei ricordare il gemellaggio con Rotary eClub  9920 Francophone di Nuova Zelanda che casualmente si ritrova il martedì alle 20, e che ci ha fatto partecipi proprio il 10 luglio, del loro passaggio delle consegne e con il quale abbiamo già in progetto altri incontri e siamo  già stati invitati alla loro conviviale ad Amburgo il lunedì dopo la Convention.

Recentemente ci siamo sentiti con un eClub toscano, già in Italia sono 19, che come noi  ha voglia di lavorare e di manifestare la propria appartenenza alla grande famiglia del Rotary. .

Ma passiamo alla nostra programmazione:  per i nostri incontri ho pensato di seguire alcuni temi che mi premono  particolarmente, La prevenzione in senso ampio, rispetto a tutto quello che gli sta attorno. Come sappiamo la prevenzione della salute è molto importante ma non solo, pensiamo  alla sicurezza nelle strade e nelle case, ai cambiamenti climatici,ecc… .

il Rotary International ha come progetto principale la eradicazione del virus della polio e quindi che cos’è se non un grande progetto di prevenzione? E i temi  della pace? E l’alfabetizzazione? In quest’anno mi piacerebbe declinare l’argomento nelle varie voci della vita quotidiana. Vorrei che lo potessimo sviluppare in tutti gli ambiti, per fare ciò inviteremo amici e relatori a sviluppare l‘argomento sia in conviviale che con una relazione da mettere nel blog.

Inoltre, mi sembra molto importante orientare i nostri sguardi anche alla conoscenza del Rotary, quindi inviteremo soci e amici a parlare della nostra associazione.

Ma non meno importante è la conoscenza tra di noi come gruppo di amici, ai nuovi soci abbiamo chiesto di farci partecipi di un loro pensiero o argomento o interesse e ribadisco questo invito non solo ai nuovi amici, ma a tutti Noi, perché c’è sempre qualcosa “che avrei piacere di raccontarti”!

Ma il Rotary senza service non è Rotary. Nell’anno proseguiremo con i nostri progetti storici, ArcoPolis, Dynamo camp, vogliamo completare il Pogetto alberi programmato l’anno scorso con Enrico e che Arturo Piana e Luca Guerra, si sono resi disponibili a sviluppare, il riferimento è Caterina Travaglini come presidente della Commissione Programmi  

Continueremo con i versamenti EREY,  il RYLA ed i RYPEN

È un progetto global, in cantiere, la Borsa di studio in collaborazione con un RC di Barcelona per uno studente di Bologna .

Parteciperemo al Progetto distrettuale su spreco alimentare: bel progetto di educazione nelle scuole e prevenzione a tutto campo. Per  questo  chiederò la collaborazione di  tutti  voi, e la darete nella misura in cui sarete disponibili.

Poco alla volta stiamo completando la donazione personale EREY per raggiungere un obiettivo del RI, quello di avere tutti i soci insigniti di un PH (100% PHF). Ma mi piace anche di più pensare che i Paul Harris i soci ci tengano a meritarseli durante l’anno.

Altri programmi li valuteremo nel corso dell’anno non dimenticandoci della Polio Plus ed i nostri contatti con la Rotary Foundation sono affidati a Dario Triscari.

Alla Commissione amministrazione  ci sarà Cristina Rizzo, nostra tesoriera con Gabriele Romani presidente in pectore e segretario 

La cura del sito finora è stata portata avanti dalla Commissione web con Giuseppe Berardo, credo sia invece estremamente opportuno  che altri si impratichiscano con il sistema dl gestione delle varie pagine; è molto  triste vedere siti non aggiornati, lasciati indietro, e questo  è ancora più critico peer in eclub, non credete?

Faremo lavorare la Commissione effettivo con Gian Vincenzo Lucchini perché l’obiettivo nostro è aumentare il numero di soci.

Ultima ma non ultima ultima la Commissione delle Pubbliche Relazioni  che è in mano  a Enrico Malpezzi il quale ha già il suo bel progetto, progetto di club e di amicizia: il viaggio ad Amburgo per la Convention del Rotary International che sarà a giugno, di questo Enrico Malpezzi si può già occupare organizzando sia il viaggio che la permanenza. Conto sul il fatto che molti di voi siano presenti.

Spero di avere dimenticato poche cose, e se l’ho fatto vi prego di farmelo notare.